Il Conto Termico 2.0 stabilisce incentivi statali per operazioni di riqualificazione di impianti di riscaldamento industriale o raffreddamento in modo che l’efficienza energetica sia migliore e l’impatto ambientale sia più basso.

A disposizione ci sono 900 milioni di euro annui, 700 per privati e imprese e 200 destinati alle pubbliche amministrazioni.

Tra questi incentivi rientrano anche le installazioni di pompe di calore aria-acqua e aria-aria, purchè queste rientrino in dei requisiti minimi di prestazione stabiliti dal G.S.E, come ovviamente le Ns. Kita Air

L’incentivo in nessun caso può superare il 65% della spesa sostenuta e viene erogato in 5 anni, soldi che il GSE paga direttamente nel tuo conto corrente.

I termini per l’erogazione dell’incentivo dalla conclusione della procedura sono dimezzati, passando da 180 giorni a 90 per la prima rata, poi 1 rata ogni anno.

Il Conto Termico può essere richiesto al GSE (Gestore dei Servizi Energetici) da:

  • Pubblica Amministrazione
  • Enti privati
  • Aziende

Grazie a KITA Air potrai rottamare la tua caldaia, eliminare le bollette del GAS e usufruire del Conto Termico 2.0. (in 5 anni ti viene restituito il 65% del valore dell’impianto) e contemporaneamente sfruttare il Credito d'imposta 2020.

Quali agevolazioni rientrano nel conto termico?

Rientrano nelle agevolazioni del Conto Termico tutti gli interventi che mirano ad ottimizzare l’efficienza energetica di un impianto.

Per le imprese gli incentivi riguardano:

  • pompe di calore;
  • caldaie e stufe a biomasse;
  • solare termico;
  • scaldacqua a pompa di calore;
  • impianti ibridi a pompa di calore.

La richiesta per accedere al Conto Termico 2.0 può essere avanzata:

  • dal ‘soggetto responsabile’ che ha richiesto l’intervento sostenendo le spese e che dispone dell’immobile in cui è stato realizzato l’intervento o un delegato;
  • da un ESCO (azienda o installatore) che ha stipulato un contratto con il ‘soggetto responsabile’ per la realizzazione dell’intervento.

Per quanto riguarda la pompa di calore l’edificio in cui sarà installata deve essere regolarmente accatastato e di proprietà del soggetto.

Non è possibile avanzare richieste di Conto Termico per la creazione di nuovi impianti: le agevolazioni riguardano solo la riqualificazione o la sostituzione di impianti già esistenti che andranno regolarmente smaltiti e rinnovati.

Quali sono i termini per gli incentivi del conto termico

La domanda per il Conto Termico va presentata direttamente al GSE secondo la procedura richiesta.

In linea generale le procedure sono le seguenti:

  1. Registrarsi nell’area clienti di GSE;
  2. Accedere al Portaltermico;
  3. Procedere con la Modulistica.
  4. Compilare e inviare la richiesta di incentivo;

Una volta presentati i documenti richiesti il GSE potrebbe avanzare richieste di integrazione pertanto è sempre opportuno affidarsi ad un perito esperto che sappia come presentare le pratiche e la documentazione.

Bisogna rispettare molte regole in fase di richiesta del Conto Termico tra cui documentazioni sullo smaltimento del vecchio impianto, foto delle etichette o particolari diciture per effettuare i bonifici.

Il Conto Termico può arrivare fino al 65% del totale della spesa e può essere accreditato direttamente al soggetto richiedente oppure da un soggetto terzo con la procedura del mandato all’incasso..

Il rimborso avviene nelle modalità seguenti:

  • per impianti con potenza termica maggiore  di 35 kW sono previste 5 rate in 5 anni;
  • per impianti con potenza termica sotto i  35 kW sono previste 2 rate in 2 anni.

Le pompe di calore Kita Air rientrano al 100% nelle detrazioni fiscali e nel Conto Termico.

La pompa di calore KITA AIR ti permette di ottenere il MASSIMO che puoi ottenere dal Conto Termico 2.0

Come vedi dalla tabella qui sopra, i condizionatori industriali KITA Air ti permettono di ottenere dal Conto Termico 2.0, il 65% della spesa sostenuta per l’impianto: 11.480 €.

I soldi del Conto Termico ti verranno erogati direttamente sul conto corrente con un tempo di erogazione di 5 anni.

Kita Air è una pompa di calore che permette di rinfrescare e riscaldare ambienti fino a 5000 mq come officine, capannoni o magazzini garantendo un risparmio notevole in bolletta in quanto non utilizza combustibili fossili come gas o metano.

La tecnologia Kita Air, made in Italy al 100%, è pensata per le imprese ed è una pompa di calore aria-aria che si installa senza impianti voluminosi e non produce umidità come i sistemi adiabatici.

Queste pompe di calore non richiedono acqua per funzionare pertanto non c’è il pericolo di ghiacciamento in inverno.

Sono in possesso del brevetto esclusivo che gestisce il defrost e aumenta l’efficienza della batteria garantendo un funzionamento ottimale.

L’efficienza energetica è altissima: Kita Air rientra nella classe A+++ certificata con uno SCOP del 4.93.

Ha inoltre un basso impatto ambientale.

Sarà semplice regolare la temperatura, l’accendimento o  lo spegnimento grazie al controllo k-touch funzionante anche da remoto.

CESSIONE DEL CONTO TERMICO

L’azienda Templari produttrice di Kita Air offre la possibilità di scontare il Conto Termico attraverso una procedura del mandato d’incasso.

L’azienda richiedente sostiene solo un costo iniziale già decurtato del 65% grazie al Conto Termico che il soggetto richiedente ci autorizza a riscuotere.

Sono incluse anche installazione e manutenzione delle macchine effettuate da operatori esperti.

Gli incentivi statali non dureranno per sempre: approfittane subito.

Compila il form in basso e scopri come accedere ai bonus statali per pompe di calore.

Altri incentivi

CONTO TERMICO 2.0 e NUOVO CREDITO D'IMPOSTA 2020 Il condizionatore industriale KITA Air è SUPER-AMMORTIZZABILE!

KITA Air è a oggi IL PRIMO E UNICO condizionatore industriale in Italia che condiziona e riscalda grandi spazi (come capannoni) SENZA rumore, SENZA ghiacciare in inverno e SENZA tubazioni dell’acqua (primo nel Mondo per efficienza energetica certificata dal WPZ nel 2016).

Ti risponderemo in giornata!